Camogli: ex voto, a giugno inaugurazione dell’allestimento

Riportiamo integralmente l’articolo pubblicato il 14 Aprile 2018 da www.levantenews.it 

Testo e foto di Consuelo Pallavicini

“Un nuovo allestimento degli ex voto marinari del Santuario di Nostra Signora del Boschetto a Camogli”: dopo la presentazione del progetto, avvenuta lo scorso 10 marzo, alle realtà comunali che a diverso titolo hanno un legame col mare (il Museo Marinaro; la Società Capitani e Macchinisti Navali; l’Area Marina Protetta; i battellieri “Golfo Paradiso”; l’Istituto Nautico; la Lega Navale; l’Associazione Marevivo; il Gruppo “Dragun”; la Cooperativa Pescatori; Martini & C.; il Club Vela; il B&B Diving; la Fondazione Teatro Sociale), oggi lo si è voluto illustrare ad altre associazioni per allargare il campo di coinvolgimento. Presenti l’assessore Italo Mannucci; Luciana Sirolla, presidente Ascot; Franco Appetiti, presidente Lions Golfo Paradiso, ed una delegazione di studenti dell’Istituto Nautico “Colombo” (classe IVª e Vª Cna) che ha collaborato al progetto con il coordinamento di Marta Riotti con Andrea Galati e Daniela Raffaghello.

L’incontro, in una sala del Santuario, è stato aperto da Fabrizio Fancello, del Comitato “500 Anni Apparizione Nostra Signora del Boschetto” che da tempo promuove iniziative per i festeggiamenti per il 500° anniversario dell’Apparizione, che si svolgeranno dal 2 luglio 2018 al 2 luglio 2019. Il vicesindaco Elisabetta Caviglia ha annunciato che l’inaugurazione del nuovo allestimento, dapprima fissata per il 5 maggio, sarà posticipata alla seconda metà di giugno per dar modo di lavorare con più calma anche perché occorrono alcuni permessi della Soprintendenza. Farida Simonetti, storica dell’arte e direttrice di Palazzo Spinola a Genova, che nel 1992 grazie al contributo dei Lions aveva curato il restauro degli ex voto del Boschetto, ha spiegato che oggi, per riuscire a trasmettere al pubblico un contenuto culturale, occorre mutare il modo di proporlo.

Da qui è nato il progetto di Simonetti, al quale hanno collaborato Alessandra Cabella della Soprintendenza; lo storico G.B. Roberto Figari; l’Istituto Nautico “Colombo”; Bruno Sacella, direttore del Museo Marinaro; Francesco Oneto e che prevede di utilizzare il chiostro come sede dell’allestimento, elaborato dalla grafica Paola Marelli, con due percorsi paralleli. Sulla parete interna l’ottantina di opere con accanto le didascalie e sulla parete esterna pannelli esplicativi. Il tutto diviso in sezioni: gli autori; la fede; gli uomini; le rotte; i commerci; le navi. In più una parte allestita con tavoli per i laboratori e sedie per le conferenze.

Gli ex voto del Boschetto, che hanno l’eccezionale peculiarità di essere tutti a tèma marinaro, rappresentano un grande patrimonio, anche perché a realizzarli sono stati dei veri pittori, artisti individuabili non solo dalla firma ma anche dallo stile. Nei dipinti è presente un testo, che indica latitudine e longitudine di dove è avvenuto il fatto, i protagonisti con nome e cognome, cosa è successo, le rotte, i luoghi verso i quali stavano navigando. Così come viene raccontato con precisione ciò che è accaduto con particolari come la posizione delle onde del mare e delle vele perfettamente coincidenti con la realtà.

Fonte www.levantenews.it

Autore dell'articolo: amministratore